Progetto Sostegno a Distanza

l Sostegno a Distanza (SAD) è una forma di solidarietà che permette a bambini e ragazzi svantaggiati, di ricevere istruzione, cibo, assistenza sanitaria, senza dover abbandonare il proprio Paese di origine, creando un cambiamento sostenibile nel tempo.

Di norma, permette inoltre al sostenitore di creare con il bambino un legame davvero unico.

È uno degli strumenti di raccolta fondi utilizzati da AGAPE per sostenere le proprie attività nelle missioni.

L’impegno può essere assunto da un singolo o da gruppi di persone (come una classe, una famiglia o un gruppo di amici) e può variare nell'importo e nella durata.

Sono possibili diverse tipologie di sostegno: il sostegno individuale che ha come beneficiario un singolo bambino/ragazzo ospite di una casa famiglia o che  partecipa ad un programma di reinserimento familiare ed il sostegno collettivo di comunità o di gruppi bene identificati, quali scuole, villaggi, ospedali, istituti di accoglienza, orfanotrofi. L'andamento dei diversi progetti SAD viene monitorato con continuità da volontari che rivestono il ruolo di Referenti di Progetto per l’associazione.

 

Per il SAD individuale, la quota mensile viene determinata idealmente dividendo i costi della struttura per il numero dei piccoli ospiti. Con 66 € al mese si sostiene un bambino interamente, incluso il costo del personale che lo accudisce. Alternativamente il sostegno viene condiviso con altri sostenitori e si  può aiutare il bambino:

  • per il supporto scolastico, il supporto alimentare, le spese mediche e il vestiario con 33 € al mese

  • per il supporto scolastico e il supporto alimentare con 22 € al mese

  • per le spese mediche e il vestiario con 11 € al mese

Per il SAD collettivo e il PROGETTO OPPORTUNITÀ, si può scegliere una quota annuale libera indicando l'importo nella scheda di adesione.

Per le spese di gestione chiediamo ai nostri sostenitori solo una piccola quota di 10 € annui per permettere ai bambini di ricevere l’intero ammontare della donazione.

Dopo l’assegnazione viene inviata una foto del bambino con la sua storia e quella della sua famiglia, se conosciuta, o, nel caso di SAD collettivo, un’informativa completa relativa alla struttura supportata. L’informativa viene di norma aggiornata almeno una volta l’anno. È anche possibile visitare, accompagnati dai referenti, le strutture e conoscere i bambini, sempre nel rispetto di regole volte a salvaguardare la loro serenità.